Don Gianantonio Allegri è tornato nella casa del Padre

Nato a Schio il 10 novembre 1957, fu ordinato sacerdote a Vicenza il 16 maggio 1982. Fu vicario parrocchiale a Sandrigo dal 1982 al 1986 e a S. Clemente Papa in Valdagno dal 1986 al 1991. Dal 1991 al 2002 fu missionario fidei donum in Camerun. Nel 2002 divenne parroco di Magrè e dal 2006 al 2013 parroco in solido dell’Unità pastorale di Magrè e Monte Magrè. Dal 2013 al 2014 fu nuovamente missionario fidei donum in Camerun; il servizio missionario si concluse a causa del rapimento avvenuto da parte del gruppo terroristico Boko Haram (4 aprile – 31 maggio 2014). Dal 2014 al 2015 fu collaboratore pastorale di S. Maria Bertilla in Vicenza, divenendone parroco nel 2015. Nel 2016 venne nominato parroco dell’Unità pastorale “Porta Ovest” in Vicenza (S. Carlo, S. Famiglia e S. Lazzaro, S. Giuseppe e S. Maria Bertilla in Vicenza). Si spense il 29 agosto 2018 nell’Ospedale civile di Vicenza. La liturgia di commiato e di suffragio avrà luogo venerdì 31 agosto alle ore 11.00 nella chiesa Cattedrale di Vicenza, dove la salma arriverà alle ore 9.30 per un momento di preghiera e testimonianza. Veglie di preghiera si terranno giovedì 30 agosto alle ore 19.30 nella chiesa parrocchiale di Pievebelvicino e alle ore 20.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria Bertilla in Vicenza. Don Gianantonio riposerà nel cimitero di Pievebelvicino. “Carissimi amici – è stato uno degli ultimi messaggi inviati da don Gianantonio a quanti gli sono stati vicini negli ultimi giorni -. In questo momento difficile capisco che tanti vorrebbero vedermi, come io vorrei incontrare tutti. Vi prego di capire che non ho tante forze e faccio fatica a dare appuntamenti e parlare. La cosa più importante è sapermi pensato e l’offerta di una preghiera all’unico grande Medico. Vi abbraccio tutti uno per uno”.

I commenti sono chiusi .